È ora di violare la legge in Russia

Ecco come manifestare contro la legge anti-gay russa durante i mondiali.

ATTENZIONE: Se ti trovi in Russia, ti consigliamo di NON PARTECIPARE a questa campagna poiché potrebbe metterti in pericolo.

Qualche anno fa, le autorità russe hanno approvato la legge contro la cosiddetta "propaganda omosessuale". Hanno reso illegale dire, fare o scrivere qualunque cosa considerata "gay": dall'organizzare un Pride, al baciare qualcuno dello stesso sesso, allo sventolare una bandiera arcobaleno in pubblico.

Questo mese l'attenzione del mondo intero sarà sulla Russia che ospita i mondiali di calcio, il più grande evento sportivo del mondo.

Se non sei in Russia, ecco alcune cose "illegali" che puoi fare per violare la legge russa contro la "propaganda omosessuale", senza lasciar casa:

  • Posta una foto di te con la bandiera arcobaleno.
  • Posta un video o una foto di te che baci il tuo o la tua partner dello stesso sesso.
  • Posta una frase, una poesia o qualunque altra cosa che parli dell'essere LGBT+.
  • Condividi una di queste immagini:

 

     

 

     

LA PARTE PIÙ IMPORTANTE? Usa l'hashtag #WorldCup e taggati a Mosca.

Se parteciperemo in migliaia, ogni volta che qualcuno cercherà notizie circa i mondiali sui social media – in Russia o da qualunque altra parte del mondo – noi saremo lì a mostrare alle autorità russe che non ci possono silenziare.

************

Per le persone LGBT+ in Russia

Se sei in Russia, ci sono tre helplines per aiutare le persone LGBT+ che incontrano problemi durante i mondiali.

  • A Mosca: contatta Stimul allo +7 (495) 241 03 10.
  • A San Pietroburgo: contatta Coming Out allo +7 (953) 170 97 71 o scrivi a [email protected]
  • Per le altre città: contatta il Russian LGBT Network allo +7 (952) 230 19 31 o scrivi a [email protected]