Momenti salienti

Le nostre campagne dimostrano che alla fine l’amore vince sempre. Queste sono alcune delle nostre più grandi vittorie (finora!).

Tempo scaduto: in Italia serve una legge per combattere l'odio anti-LGBT+!

En Italie, la violence et la discrimination contre les personnes LGBT+ sont une réalité quotidienne. Mais il n'existe aucune protection légale contre les crimes de haine. Après 30 ans, cet objectif pourrait être atteint, mais les opposants sont féroces !

La nuova legge italiana anti-omotransfobia renderebbe reato la violenza e la discriminazione contro le persone LGBT+. La comunità di All Out è entrata in azione fin dall'inizio della discussione parlamentare su questo importante provvedimento.

Nel giugno 2020, i nostri partner italiani hanno dato inizio a una campagna per chiedere alla Commissione Giustizia di approvare la legge. Un mese dopo hanno consegnato al presidente della commissione oltre 10.000 firme.

Da'voce al Rispetto

Nel frattempo, in collaborazione con Arcigay, la principale organizzazione italiana per i diritti LGBT+, e più di 20 altre organizzazioni italiane LGBT+ e per i diritti umani, abbiamo lanciato una campagna globale per chiedere al Parlamento italiano di approvare una legge che vietasse la discriminazione e le violenze motivate dall'orientamento sessuale e dall'identità di genere. La campagna chiede anche che la legge comprendesse tutele per le donne.

Abbiamo contribuito a organizzare proteste in oltre 50 città italiane, attraversato Roma con un camion vela e consegnato alla Presidenza della Camera dei Deputati italiana oltre 70.000 firme provenienti da sostenitori di tutto il mondo! E ha funzionato: nel novembre 2020, la Camera ha finalmente approvato la legge, primo importante passo verso il varo definitivo.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A post shared by All Out (@weareallout)

Delivery of signatures

Consegna di oltre 70.000 firme alla Presidenza della Camera dei Deputati italiana

Da allora, però, la legge è bloccata al Senato. Ecco perché i nostri partner di Da’ voce al rispetto hanno avviato una nuova petizione per chiedere al Senato di portar la legge al traguardo. La campagna ha avuto un grande successo: è stata condivisa da decine di importanti influencer italiani, raggiungendo oltre 135.000 firme in meno di due mesi.

I membri di All Out hanno inoltre partecipato a un’altra serie di proteste in oltre 50 città italiane.

Il 20 maggio, insieme a Da' voce al rispetto e Change.org, abbiamo consegnato oltre 460.000 firme al Presidente del Senato, la seconda carica più alta del paese. È un risultato STRAORDINARIO in Italia, specie per un'organizzazione come All Out, che di rado riesce a ottenere un accesso e una visibilità di questo livello.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A post shared by All Out (@weareallout)

Durante il mese del Pride, e con una mossa senza precedenti, il Vaticano ha preso posizione contro la legge anti-omotransfobia per la quale ci siamo impegnati instancabilmente da mesi. Ma grazie alle donazioni dei membri di All Out abbiamo messo a tacere il loro odio illuminando Roma, insieme a Change.org, con un enorme messaggio a favore di un'immediata approvazione della legge!

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A post shared by All Out (@weareallout)