Momenti salienti

Le nostre campagne dimostrano che alla fine l’amore vince sempre. Queste sono alcune delle nostre più grandi vittorie (finora!).

Cambiare la Costituzione tedesca per proteggere le persone LGBT+

Nel 2021 la Costituzione tedesca compie 72 anni, ma le tutele per le persone LGBT+ non vi sono ancora previste. Questo ha fatto sì che per decenni gli uomini gay e bisessuali potessero essere perseguitati.

Quando la Costituzione tedesca entrò in vigore, nel 1949, era plasmata dalle lezioni apprese attraverso gli orribili crimini del nazismo. Pertanto, il divieto di discriminazione è ancorato all'inizio del testo, per la precisione nel paragrafo 3 dell'articolo 3:

"Nessuno può essere discriminato o favorito per il suo sesso, per la sua nascita, per la sua razza, per la sua lingua, per la sua nazionalità o provenienza, per la sua fede, per le sue opinioni religiose o politiche. Nessuno può essere discriminato a causa di un suo handicap".

Eppure, nonostante la loro sistematica persecuzione sotto la dittatura nazista, le persone omosessuali e transgender non furono menzionate.

Questo ha fatto sì che anche dopo la fine del nazionalsocialismo:

  • le donne lesbiche dovessero temere di perdere i figli al momento del divorzio fino agli anni '80,
  • decine di migliaia di uomini gay e bisessuali fossero trattati come criminali in base al paragrafo 175,
  • più di 10.000 persone abbiano dovuto subire una sterilizzazione forzata in base alla "legge sulla transessualità” rimasta in vigore fino al 2011,
  • le “terapie riparative” prive di basi scientifiche siano tutt'ora legali,
  • ancora oggi le famiglie composte da due madri o i genitori con diverse identità di genere debbano, per essere riconosciuti come genitori dei propri figli, affrontare un processo di adozione .

Ancora oggi, in Germania, le persone LGBT+ sono escluse dalle tutele contro la discriminazione sancite dalla Costituzione.

Ecco perché All Out, in collaborazione con l'iniziativa "Una Costituzione per tutti ("Grundgesetz für Alle"), nel 2021 è passata all'azione, avviando una petizione per chiedere ai leader dei partiti presenti nel Parlamento tedesco di modificare l'articolo 3 della Costituzione in modo da proteggere dalla discriminazione tutte le persone queer.

Stiamo facendo molto rumore, e abbiamo già incassato il sostegno di diverse personalità tedesche. Qui potete consultare la lista delle celebrità che hanno firmato l'iniziativa "Una Costituzione per tutti" (in tedesco).

Ma non è tutto! Per aumentare davvero la pressione, abbiamo sviluppato un servizio che permette ai cittadini di inviare un messaggio direttamente ai loro rappresentanti nel governo federale.

Ma volevamo essere certi che le nostre voci fossero ascoltate davvero.

Ecco perché abbiamo proiettato un enorme messaggio sull'edificio della cancelleria federale tedesca, nel centro di Berlino.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A post shared by All Out (@weareallout)

E il 28 maggio 2021, insieme a Grundgesetz für Alle, abbiamo incontrato i capi dei gruppi parlamentari dei cinque maggiori partiti tedeschi per consegnare più di 80.000 firme che chiedevano la modifica della Costituzione.

Guarda il video di questo momento emblematico nella storia delle persone LGBT+ tedesche.

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

A post shared by All Out (@weareallout)

La campagna non è ancora finita. Continueremo a lavorare con i nostri partner finché la Costituzione tedesca non arriverà a includere TUTTE LE PERSONE